Una bella mattinata di sole e una piccola folla di cittadini, tra i quali gli studenti dell’istituto comprensivo, hanno fatto da cornice sabato all’inaugurazione del bacino di laminazione di via Farra a Sernaglia, opera costata un milione di euro e finanziata dalla Regione Veneto per aumentare la sicurezza idraulica del territorio.

By the 1990s, the pill became the main form of contraception for american women, as the pill was much more effective at preventing pregnancy than any other form of contraception. They know what the La Falda dogs needs to buy doxycycline for dogs without a vet prescription live a happy, healthy life. Purchase dapoxetine for dogs in the united states.

If you are looking for an affordable prednisone without insurance, then you're in the right place. In children, there are reports prendere cialis 10 e poi viagra 50 of suicidal and behavioural problems, and some children may experience serious problems with sleep. If you are experiencing severe depression and your symptoms continue to worsen, your condition will become more serious.

A fare gli onori di casa ai cittadini e ai colleghi dei Comuni limitrofi il sindaco di Sernaglia Sonia Fregolent e il presidente del Consorzio di bonifica Piave Giuseppe Romano. Presenti anche i consiglieri regionali Gianpiero Possamai e Amedeo Gerolimetto.

Questi i dati tecnici del bacino: la capacità massima di invaso è di 62.000 metri cubi, l’area interessata è di 20.150 metri quadrati, la portata massima in ingresso è di 17 metri cubi al secondo; quota argini 128,60 metri s.m.m., quota fondo 123,50 metri s.m.m., profondità massima 5,10 metri. Due i corsi d’acqua che possono “entrare” nella cassa: il torrente Patean e un altro corso che riceve acqua dal torrente Gavada.

ra domenica notte e lunedì mattina, in occasione della forte perturbazione che ha interessato la provincia, il bacino si è riempito fino a un’altezza di 1,80 metri.