Il Consorzio di bonifica ‘Acque Risorgive’ prosegue gli incontri con gli amministratori locali sul progetto pilota del bacino del fiume Marzenego-Osellino. 

Prosegue l’impegno del Consorzio di bonifica Acque Risorgive per promuovere un primo Contratto di fiume nel bacino scolante della Laguna di Venezia. “L’idea di una gestione integrata e sostenibile del territorio fluviale – osserva  il presidente del Consorzio, Ernestino Prevedello –riscontra grande interesse tra sindaci e amministratori che stiamo incontrando con particolare riferimento al bacino idrografico del fiume Marzenego-Osellino, individuato come possibile ambito dove attivare un primo progetto pilota. Tutti hanno manifestato volontà ad aderire all’iniziativa e i nostri uffici tecnici si sono messi a disposizione per supportare le fasi organizzative”.

Nei mesi scorsi i dirigenti di ‘Acque Risorgive’, dopo aver condiviso l’ipotesi con alcuni funzionari regionali,  si sono confrontati con l’ing. Giancarlo Mantovani, direttore del Consorzio di bonifica Delta Po e promotore di un innovativo Contratto di foce per l’ambito territoriale compreso tra foce Brenta e foce Po. Il Contratto di Fiume è stato recentemente riconosciuto dalla Regione Veneto come processo di pianificazione strategica e programmazione negoziata. “In questo senso – spiega il presidente Prevedello – è possibile affrontare in forma coordinata e partecipata le complesse dinamiche territoriali che insistono sul sistema idrografico della terraferma veneziana, perseguendo contestualmente obiettivi di riduzione del rischio idraulico, miglioramento ambientale e paesaggistico, fruibilità diffusa e sviluppo socio-economico”.

Mentre il Consorzio è al lavoro per una attivazione strutturata e organica del percorso, si registra una spontanea attivazione da parte della società civile sul medesimo tema, grazie soprattutto alle iniziative di sensibilizzazione e informazione promosse da alcune associazioni locali. “Si tratta certamente di un significativo presupposto per l’impegno sinergico di istituzioni e comunità locali che porti ad un programma di lavoro condiviso” commenta il direttore del Consorzio di bonifica ing. Carlo Bendoricchio.

Mestre, 10 giugno 2013

Ufficio Stampa: Enrico Scotton – © 389.0974788 – @ enrscott@alice.it

Sede legale: VIA ROVERETO, 12 – 30174  VENEZIA – COD. FISC. 94072730271

Web: www.acquerisorgive.it – E-Mail: consorzio@acquerisorgive.it