alta pianura veneta

Grazie agli interventi sullo scolo Palù salvato il territorio di Arcole (VR)

L’erosione di una significativa porzione di sponda dello scolo Palù, corrispondente ad oltre 200 metri, in territorio comunale di Arcole (VR), ha reso necessario un immediato intervento riparatore. Ed il Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, grazie alla segnalazione di un tecnico che monitorava la zona, è intervenuto prontamente, mettendo in sicurezza l’intera area. (altro…)

Fresatura delle rive e sfalcio d’erba a mano negli scoli Zenobria e Murara a Montorio (VR)

“Quando le circostanze lo richiedono, non abbiamo certo timore di rimboccarci le maniche ed effettuare le operazioni di manutenzione manualmente, come si faceva un tempo, quando le attrezzature erano ben diverse da quelle attualmente a disposizione”. Con queste parole il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise, commenta i lavori recentemente portati a termine negli scoli Zenobria e Murara, in territorio comunale di Montorio (VR), dove sono numerose le fosse di origine romana, che rendono necessarie operazioni di manutenzione eseguite manualmente.

Si tratta di fossi alimentati da sorgive, dove l’erba cresce ad un ritmo considerevole, tale da rendere indispensabile una manutenzione frequente ed attenta, per ridurre il rischio idraulico delle aree interessate dalla loro presenza. “Interventi di manutenzione di questo tipo – sottolinea il presidente Parise – sono decisamente straordinari per la modalità in cui vengono effettuati, ma la loro frequenza nel territorio, invece, è assolutamente ordinaria. Questo deve far riflettere sull’importante ed attento ruolo che il Consorzio di bonifica svolge per salvaguardare la comunità locale da eventi idraulici le cui conseguenze sarebbero decisamente importanti ai danni delle famiglie e delle attività produttive”.

Nanto preservato dagli allagamenti

“Nel Basso Vicentino, in particolare nell’area di Nanto, si rendeva necessario un importante intervento per tutelare i cittadini e le aziende. Con questo spirito e la massima collaborazione delle amministrazioni comunali interessante, è stato possibile intervenire ad hoc per garantire l’irrigazione alle aziende agricole, in un’area in cui il settore primario è rilevante, e salvaguardare dagli allagamenti aziende ed abitazioni. Si tratta di un’attività fortemente voluta dal compianto presidente Antonio Nani, che ha visto la luce soltanto dopo la sua morte”. (altro…)

Lavori al Rio della Pila per mettere in sicurezza la banchina stradale

“La collaborazione tra enti rappresenta sempre il miglior esempio di come le istituzioni nel territorio possano essere al servizio della comunità locale per garantire la sicurezza di tutti e, quindi, il bene comune”.

Con queste parole il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise, descrive l’ottimo risultato conseguito a seguito dei lavori di consolidamento di un tratto spondale, con palificata e pietrame, in territorio comunale di Dueville. L’intervento ha riguardato un’estensione complessiva della strada di 110 metri ed è stato possibile grazie alla collaborazione con il Comune di Dueville, che ha fornito la quasi totalità del materiale, mentre il Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta ha messo a disposizione il personale necessario per eseguire le opere.

“Un lavoro di manutenzione dal grande valore sul fronte della sicurezza – sottolinea il presidente Parise – in quanto la banchina stradale in località Chiuppese a Dueville stava cedendo e, quindi, gli interventi di manutenzione si erano resi urgenti ed improcrastinabili. Il pronto intervento di Consorzio e Comune, pertanto, è stato fondamentale”. Il Comune di Dueville ha espresso “viva gratitudine per il lavoro svolto in sinergia, migliorando la sicurezza idrogeologica della zona, a favore dell’utenza”.

 

rio della pila, consorzio di bonifica alta pianura veneta

 

Matteo Crestani

Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta

Nuova paratia per il canale Terrazzo: salvaguardati irrigazione e territorio

Il presidente Silvio Parise: “un intervento frutto della buona gestione del Consorzio e fondamentale per la funzionalità idraulica di Terrazzo”

San Bonifacio, 29 giugno 2016. Trasporto eccezionale di una nuova paratoia a Terrazzo questa notte, intorno alla mezzanotte. La nuova struttura, che regola il livello ai fini irrigui, andrà a sostituire una delle panconature del collettore Terrazzo, che serve circa 7mila ettari nei comuni di Terrazzo, Legnago, Bonavigo e Minerbe. Le attività preparatorie si sono svolte nei giorni scorsi, con la demolizione di un pilastro ed altri interventi, finalizzati a predisporre il canale per la posa in opera della nuova struttura. “In collaborazione con il Comune di Terrazzo e la Provincia di Verona – spiega il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise – sono state effettuate tutte le attività preparatorie. (altro…)

Il pozzo Benincà a Montecchio Precalcino rinasce e soddisfa il fabbisogno di 600 utenti

Il presidente Silvio Parise: “un’opera dallo straordinario valore viene resa attuale

grazie alla buona gestione del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta”

 

San Bonifacio, 6 giugno 2016. Ad oltre settant’anni dalla sua creazione, il pozzo irriguo Benincà di Montecchio Precalcino (via Scamozzi) torna ad avere una straordinaria funzione per il territorio e va a servire ben 300 ettari nelle mani di circa seicento utenti tra i comuni di Dueville e Montecchio Precalcino. (altro…)

Riqualificazione del torrente Igna per la sicurezza dell’Alto Vicentino

Il presidente Silvio Parise: “la manutenzione è una priorità per la salvaguardia dei territori”

Maggior sicurezza nell’Alto Vicentino, grazie ai lavori di manutenzione attuati dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta sul torrente Igna. Sono stati conclusi recentemente i lavori di decespugliamento e disboscamento di entrambe le sponde del torrente Igna, che facilita il flusso delle acque a valle nell’Alto Vicentino, in particolare nei periodi di abbondanti precipitazioni o di precipitazioni violente concentrate in limitati momenti dell’anno, che hanno caratterizzato le recenti stagioni. (altro…)

Gli alunni delle elementari di Lugo di Vicenza alla scoperta del valore dell’acqua

Curiosità ed interesse hanno reso avvincente la giornata di ieri, promossa dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, con la visita ad una serie di importanti impianti dell’Alto Vicentino. Gli alunni delle elementari e medie di Villaverla e Lugo di Vicenza sono stati protagonisti di un vero e proprio percorso guidato con al centro il valore dell’acqua, risorsa fondamentale per la vita umana e l’ambiente. (altro…)

A Lugo di Vicenza Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta e Comune lavorano in sinergia

Il presidente del Consorzio Alta Pianura Veneta Silvio Parise: “l’esempio di Lugo, come molti altri, rappresenta la buona pratica da seguire”. Ottima la sinergia con il Comune di Lugo (VI).

San Bonifacio, 12 marzo 2016. Buon senso e grande collaborazione è ciò che sta alla base dei lavori recentemente svolti, in stretta sinergia, dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, che ha messo a disposizione mezzi e manodopera altamente qualificata, e dal Comune di Lugo di Vicenza, che ha reso disponibili i materiali necessari.

(altro…)

Valle di Fimon e Basso Vicentino salvati dal Sistema Leb attraverso il Bacchiglione

Il presidente Silvio Parise: “fondamentale l’azione nel territorio del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta”

 San Bonifacio, 3 marzo 2016. “Il costante monitoraggio idraulico del territorio e la competenza nello svolgimento delle azioni, conseguenti a periodi di abbondanti e concentrate precipitazioni, sono fondamentali per preservare i territori da allagamenti di vasta portata e con conseguenze significative”. Con queste parole il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise, interviene sull’importante ruolo svolto dal Consorzio di bonifica nel preservare da allagamenti con conseguenze importanti le aree di Valle di Fimon e tutto il Basso Vicentino. Il fiume Bacchiglione ha funto da bacino di invaso, grazie ad opportune manovre idrauliche effettuate dai tecnici del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, al pari dei bacini di Caldogno e Montebello Vicentino. “Le azioni condotte sono state rapide, precise ed efficaci – aggiunge il presidente Parise – in quanto in situazioni di questo tipo non è possibile attendere, ma occorre la necessaria fermezza e competenza per mettere in atto le manovre indispensabili a salvare i territori. Ed in questo caso, l’area preservata dai danni è stata decisamente vasta”. Le acque della Valle di Fimon e della Rivera Berica, portate dallo scolo Bisatto fino ad este, attraverso il Sistema Leb sono state confluite nel fiume Bacchiglione per mettere in sicurezza tutto il territorio interessato. “Dallo scorso fine settimana ad oggi – conclude il presidente Parise – milioni di metri cubi d’acqua sono stati immessi nel Bacchiglione, che era tecnicamente pronto a ricevere queste acque, data la perdurante siccità degli ultimi mesi, salvando tutto il Basso Vicentino da un probabile allagamento di vasta entità”.

Facebook

YouTube