Scoppia la pace tra il Consorzio di Bonifica Brenta il Comune di Bassano del Grappa (VI) che chiudono in maniera consensuale un contenzioso ventennale legato ai contributi di bonifica finito anche nelle aule di tribunale. Un accordo che, con l’avvallo del giudice, soddisfa entrambe le parti e dà il via a una nuova stagione di sinergie a tutto vantaggio della sicurezza idraulica dei cittadini.

Sulla base degli accordi in cui è stata raggiunta una transazione, avendo già versato le somme relative agli anni passati, il Comune di Bassano ha stabilito che il controvalore sarà tramutato in interventi che il Consorzio realizzerà congiuntamente a favore del territorio: il Consorzio di Bonifica Brenta fornirà maestranze e mezzi d’opera per un importo di 45 mila euro, mentre il Comune di Bassano del Grappa fornirà i materiali per un importo di 25 mila euro. Con la chiusura del contenzioso si sono evitate ulteriori spese legali sia per il Comune che per il Consorzio, che per entrambi si sarebbero riversate sui cittadini. In quest’ottica gli Uffici tecnici dei due Enti stanno già lavorando assieme per definire quali siano gli interventi prioritari su cui procedere nell’elenco dei lavori dibattuti nell’incontro.

Non solo. L’accordo di transazione è stato oltremodo il migliore impulso per una rinnovata sinergia che si tradurrà su di una progettualità di interventi di carattere straordinario oggetto della rete idraulica gestita dal Consorzio e non solo, tema al centro di un prossimo incontro tra i vertici dei due Enti.