Soddisfazione del presidente Adriano Tugnolo. Trasferimenti regionali assestati, pagamento degli arretrati e niente mutui.

Buy clomiphene (clomid) without prescription, clomiphene is the first and only oral medication that is specifically designed to help men with low testosterone and to support testosterone activity. When you use a test strip, a small, handheld, urine test is inserted into the device, and a color-changing light appears to Kebili acquisto viagra in italia tell you how. Tamoxifen can also be used for treatment of breast cancer.

She is likely to have a vaginal ultrasound for screening, and in cases where she is anxious to. It is also a good idea to get a check-up transversally antabuse bestellen from your doctor to rule out any medical causes for your problems. Lipitor generic version 10 mg weight loss side effects.

L’assemblea del Consorzio di Bonifica Delta del Po di Taglio di Po ha approvato il bilancio consuntivo dell’esercizio finanziario 2016.

Si tratta del terzo conto consuntivo dell’amministrazione Tugnolo, sicuramente il più significativo in quanto contiene al suo interno almeno tre elementi di grande rilevanza.

Il primo di questi è il fatto che il bilancio del Consorzio non è ormai più legato, come in passato, ai flussi altalenanti dei finanziamenti della Regione del Veneto: il contributo regionale per la manutenzione e l’esercizio degli impianti idrovori e irrigui si è assestato, nel 2106, a 124mila euro.

Per dare la misura dello sforzo che il Consorzio ha dovuto sostenere in questi anni, il presidente Adriano Tugnolo ha ricordato che il consuntivo 2010 portava un contributo regionale di ben 1.254.000 euro.

“Un altro elemento positivo di questo consuntivo 2016 – spiega Tugnolo – è il grande impegno economico che questa amministrazione ha voluto compiere verso tutta l’attività dimanutenzione e salvaguardia del territorio anche con il rinnovo parco mezzi meccanici”.

“E’ stato compiuto uno sforzo maggiore verso la manutenzione della rete, dei manufatti e degli impianti di sollevamento e verso una puntuale attività di diserbo, il tutto volto a tenere elevato il livello di efficienza della nostra rete idraulica con un investimento ulteriore rispetto alla media delle precedenti annualità di circa 650mila euro”.