Veneto Orientale | 3300 nuovi alberi per il bosco Fellini

Il Consorzio mette a disposizione tre ettari di proprietà per l’ampliamento dell’importante area verde alle porte di San Donà di Piave.

Inizieranno in questa settimana i lavori per la realizzazione di un nuovo bosco nell’area di proprietà del Consorzio di bonifica Veneto Orientale denominata “Podere Fiorentina”, su di una superficie di 3 ettari.

L’area si trova in adiacenza all’attuale Bosco Fellini, frutto di un precedente intervento analogo realizzato dal Comune di San Donà 15 anni fa: il nuovo impianto di fatto costituisce quindi un ampliamento dell’importante area verde situata ai margini del centro cittadino, dagli attuali 7 ettari a 10 ettari complessivi.

L’operazione fa seguito ad un protocollo di intesa approvato dal Consorzio di bonifica Veneto Orientale e dal Comune di San Donà, diretto a valorizzare il tratto cittadino del canale Piveran e delle aree limitrofe a fini ambientali ed idraulici.

L’intesa istituzionale ha potuto trovare questa prima concretizzazione grazie ad un accordo tecnico‑economico concluso fra il Consorzio di bonifica e la catena supermercati Alì che ha finanziato l’intervento di imboschimento nell’ambito della propria iniziativa di sensibilizzazione ambientale denominata “Piantiamo 10.000 alberi”.

L’esecuzione degli interventi di impianto e la prima manutenzione saranno svolte dalla Cooperativa Sociale “Il Bozzolo Verde”, la quale già opera nella gestione forestale dell’area comunale del Bosco Fellini.

In questi giorni saranno quindi messe a dimora le 3.300 piante previste dal progetto di cui 2.000 sono rappresentate da alberi tipici delle foreste planiziali tra cui quercia, carpino, olmo, tiglio, salice, pioppo nero, pioppo bianco e ontano.

Il Presidente Giorgio Piazza esprime piena soddisfazione per l’intesa raggiunta la quale costituisce un atto concreto nella realizzazione degli obiettivi di riqualificazione delle aree urbane, sul piano ambientale e della difesa idraulica, all’interno del comprensorio in cui opera il Consorzio, tra le quali San Donà costituisce il nucleo più esteso, e che nel contempo conferma l’attenzione delle istituzioni rispetto agli indirizzi ambientali a scala globale della riduzione del tasso di anidride carbonica nell’aria e di incremento della sostanza organica stabile nei suoli e negli ecosistemi agro-forestali.

lunedì 3 aprile, 2017|Ambiente, Notizie
  • Permalink Gallery

    PRESIDENTE E DIRETTORE IN SOPRALLUOGO AI CANTIERI APERTI SUL COMPRENSORIO

PRESIDENTE E DIRETTORE IN SOPRALLUOGO AI CANTIERI APERTI SUL COMPRENSORIO

Il Presidente del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale Giorgio Piazza e il Direttore Sergio Grego martedì 28 febbraio hanno effettuato un sopralluogo di verifica dello stato di avanzamento dei cantieri che il Consorzio sta realizzando per il potenziamento della rete idraulica di bonifica a salvaguardia del comprensorio, finanziati dalla Regione Veneto.

La visita è partita dal cantiere dei lavori di potenziamento dell’impianto idrovoro Palù Grande, in comune di Concordia Sagittaria, intervento da 1,5 milioni di Euro ormai prossimo alla fase di collaudo. Si tratta di un intervento di particolare importanza in quanto riguarda l’idrovora a servizio di gran parte dell’abitato di Concordia Sagittaria, e in particolare delle aree più basse come il Paludetto, soggette a frequenti episodi di allagamento in caso di precipitazioni intense. La portata dell’impianto, al termine dei lavori passerà da 2500 a 9900 litri al secondo.

Piazza e Grego si sono poi recati sui luoghi oggetto del secondo stralcio dei lavori sopra descritti, anch’esso da 1,5 milioni di Euro e che riguarda il risezionamento del canale Fosson e la realizzazione di un nuovo canale deviatore di collegamento tra il canale delle Basse e lo stesso canale Fosson facente capo all’impianto idrovoro Palù Grande. Questi lavori prenderanno il via non appena concluse le procedure di affidamento, nella primavera 2017.

mercoledì 1 marzo, 2017|Notizie, Sicurezza idraulica

Piano delle acque a Gruaro: l’incontro venerdì

Venerdì 10 febbraio alle ore 11.00 presso la sala riunioni del Comune di Gruaro, si terrà la conferenza stampa di presentazione del Piano di Classifica del Consorzio di bonifica Veneto Orientale, dei Piani delle Acque e degli interventi idraulici programmati nel territorio.

I Piani sono considerati uno strumento strategico di fondamentale importanza, con i Comuni, assieme ai Consorzi di bonifica, pronti a impegnarsi ad adottare un’accurata pianificazione delle attività relative alla rete idrografica di propria competenza con azioni di riqualificazione ambientale, manutenzione e monitoraggio dei corpi idrici.

 

 

lunedì 6 febbraio, 2017|Notizie, Sicurezza idraulica

Allagamenti a Noventa ecco il Piano delle acque

Lotta agli allagamenti e sicurezza idraulica, è pronto il nuovo Piano delle acque di Noventa di Piave. Sarà presentato oggi alle 18.30, in municipio, ai componenti della commissione consiliare urbanistica e lavori pubblici.

Un incontro aperto ai cittadini

La seduta sarà aperta a tutta la cittadinanza. “L’amministrazione ha ritenuto di consentire al pubblico di partecipare perché ritiene che anche per i cittadini possa essere utile conoscere le questioni legate ai problemi idraulici del territorio”, spiega l’assessore Stefano Buffolo, “si tratta dell’inizio di un percorso di studio dei rischi e delle problematiche relative all’aspetto idraulico, la manutenzione e la gestione di tutto il sistema di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche nell’ambito comunale”. Il “Piano regolatore delle acque”, questa la dicitura esatta, sarà illustrato dai tecnici del Consorzio di bonifica Veneto Orientale, che ne hanno curato la stesura per conto del Comune.

I vari elaborati cartografici e le relazioni saranno quindi disponibili alla consultazione anche sul sito internet del Comune.

Il Consorzio di bonifica Piave vince la scommessa!
L’amministrazione consorziale, insediatasi nel 2014, ha da subito perseguito e fortemente voluto confrontarsi con i sindaci del comprensorio (93 comuni) proponendo la realizzazione dei “Piani delle acque” comunali mettendo a disposizione la consulenza gratuita e le banche dati consorziali
e a bilancio la somma di euro 83,876 (nel 2015, per la sottoscrizione di n. 12 convenzioni con 12 comuni) nel 2016 sono a disposizione 130.000 euro di cui già metà impegnata e impegni di convenzione con altri 3 comuni.

I comuni che hanno aderito e compreso l’importanza di superare lo “stato di emergenza” con la “pianificazione” stanno concretizzando con risultati tangibili la forza stragegica di questo nuovo strumento già con queste prime forti piogge di novembre.

 

Alluvione del 1966 – Due convegni per il cinquantenario

Una mostra fotografica e due giorni di convegni, con la presenza di esponenti politici e scientifici di primo piano.
Il Consorzio di bonifica Veneto Orientale, in collaborazione con altri soggetti istituzionali, ha messo a punto il programma degli eventi per ricordare il cinquantenario della tragica alluvione del 1966. La
sede del consorzio, in piazza Indipendenza a San Donà, ospiterà il 3 e 4 novembre un convegno in due sessioni, durante le quali si discuterà di cosa accadde in quei giorni sul territorio veneto e friulano,
maanche di cosa sia cambiato nella gestione del rischio idrogeologico negli ultimi cinquant’anni.

La sessione di giovedì 3 novembre, in programma dalle 15 alle 19.30, tratterà de “Il crollo delle difese idrauliche dei grandi fiumi alpini del Veneto e del Friuli”, facendo il punto sulle condizioni di sicurezza
idraulica di allora e di oggi.

Mentre la seconda parte del convegno, venerdì 4, dalle 9.30 alle 13 avrà come tema “Le più gravose alluvioni della bonifica veneta e friulana”. Nella sessione di giovedì interverranno, tra gli altri, il professor D’Alpaos, il coordinatore del contratto di fiume del Piave, Marco Abordi, nonché Franco Baruffi, direttore del distretto idraulico delle Alpi Orientali.
Sul piano politico sono attesi gli interventi, tra gli altri, dell’assessore regionale alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin, e del sindaco metropolitano Luigi Brugnaro.

san donà

venerdì 21 ottobre, 2016|Notizie, Sicurezza idraulica
  • Permalink Gallery

    7 STUDENTI IN STAGE AL CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

7 STUDENTI IN STAGE AL CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

Nel corso di questi mesi il Consorzio accoglierà ben 7 studenti di istituti tecnici e licei del Sandonatese e del Portogruarese che, nell’ambito del programma formativo di alternanza scuola-lavoro, svolgeranno uno stage di 3 settimane durante le quali potranno prendere contatto con i diversi aspetti lavorativi dell’Ente.

lunedì 6 giugno, 2016|Notizie
  • Permalink Gallery

    SEMINARIO DI STUDIO SULLA PROGETTAZIONE DEI BACINI DI LAMINAZIONE

SEMINARIO DI STUDIO SULLA PROGETTAZIONE DEI BACINI DI LAMINAZIONE

Nell’ambito delle iniziative collegate alla Settimana Nazionale della Bonifica, il Consorzio Veneto Orientale ha inteso ricomprendere un evento di approfondimento tecnico scientifico sul tema dei Bacini di laminazione, di notevole attualità ed interesse per tecnici ed amministratori dal titolo “PROGETTAZIONE INTEGRATA DEI BACINI DI LAMINAZIONE PER LA DIFESA DAGLI ALLAGAMENTI”.

L’evento di svolgerà presso la sede di Portogruaro del Consorzio, in V.le Venezia 27,  il 13 maggio pv. con inizio alle ore 9:00.

L’evento è in collaborazione con gli ordini degli Ingegneri e dei Dottori Forestali e Agronomi della provincia di Venezia e garantirà crediti formativi.

Ecco qui il programma ufficiale della giornata:

invito_seminario_20160513

mercoledì 11 maggio, 2016|Notizie, Sicurezza idraulica

MALTEMPO: COLPITO IL NORD EST DEL VENETO ORIENTALE

Una violenta perturbazione ha colpito,  stanotte dalle ore 03, un’area di circa 35 mila ettari che ha visto coinvolti principalmente i comuni di: San Michele al Tagliamento, Fossalta di Portogruaro, Teglio , Gruaro , Cinto Caomaggiore , Pramaggiore, Portogruaro e Concordia Sagittaria .

In 5 ore di nubifragio, in alcuni punti delle zone più colpite, sono caduti oltre 90 mm di pioggia, un quantitativo decisamente abnorme se si tiene conto del fatto che la precipitazione media annua è di circa 1000 mm. Inoltre da oltre un mese le precipitazioni sono state continue ed abbondanti ed il suolo  è completamente saturo, come sono completamente pieni tutti i possibili invasi.

  • Permalink Gallery

    Viviamo sott’acqua. Tranquilli, c’è la bonifica. Ma cos’è e come funziona?

Viviamo sott’acqua. Tranquilli, c’è la bonifica. Ma cos’è e come funziona?

Venerdì 29 gennaio, alle ore 20.45 nella sala Palladio del Pala Arrex di Jesolo Lido, il Presidente del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale Giorgio Piazza e i dirigenti del Consorzio incontreranno la cittadinanza in un’iniziativa di divulgazione sull’essenziale ruolo dell’Ente di bonifica nel campo della difesa idraulica, della salvaguardia della risorsa idrica e della difesa ambientale in un’area morfologicamente particolare come il Veneto Orientale in generale e il territorio di Jesolo in particolare.

L’incontro è organizzato dall’Associazione culturale Mons. Giovanni Marcato, con il patrocinio della Città di Jesolo – Assessorato alla Cultura.

Locandina Bonifica

Sicurezza idraulica: lavori a Noventa

Il Comune di Noventa e il Consorzio di bonifica Veneto Orientale alleati nella lotta agli allagamenti. In programma c’è un intervento di miglioramento della rete idraulica dell’area di via Guaiane, che dalla fine della zona più abitata raggiunge il sottopasso della bretella Noventa-Calvecchia. La giunta Nardese ha già approvato la delibera che sancisce l’accordo di programma con il consorzio di bonifica. Al centro dell’intervento ci saranno la sistemazione e la ricalibratura del canale che in quella zona di via Guaiane funge da scolmatore della fognatura principale. Benché finora non abbia arrecato gravi problemi ai residenti, il canale versa in una situazione di evidente sofferenza.

lunedì 11 gennaio, 2016|Notizie, Sicurezza idraulica