I CONSORZI POLESANI CELEBRANO SAN BENEDETTO

Giornata di festa al Museo regionale della Bonifica di Ca’ Vendramin per la celebrazione di San Benedetto, patrono dei Consorzi di bonifica e d’Europa.”Dopo 53 anni, insieme al presidente del Consorzio di bonifica Adige Po Mauro Visentin – ha esordito il presidente del Consorzio di bonifica Delta del Po Adriano Tugnolo – abbiamo deciso di cambiare la tradizione e di portare questa festa sui luoghi di bonifica e di lavoro”.

E infatti proprio nella storica sala caldaie ha avuto inizio la messa, concelebrata dai parroci di Porto Tolle don Fabrizio e don Iacopo e presieduta dal vescovo monsignor Adriano Tessarollo. Presenti, oltre ai sopraccitati presidenti, il vicepresidente del Consorzio di bonifica Delta del Po Paolo Astolfi, il direttore Giancarlo Mantovani, il direttore della Fondazione Ca’ Vendramin Lino Tosini, i sindaci di Taglio di Po Francesco Siviero, di Porto Tolle Claudio Bellan, l’assessore di Rosolina Stefano Gazzola, il presidente dell’Anbi Veneto Giuseppe Romano, il direttore Andrea Crestani, il presidente provinciale di Confagricoltura Stefano Casalini e il direttore Massimo Chiarelli, il presidente di Coldiretti Mauro Giuriolo, il vicepresidente di Cia Doriano Bertaggia, le forze dell’ordine, dipendenti e amministratori di entrambi i consorzi.

21 Marzo 2017 – 54a Festa San Benedetto

Il territorio della Provincia di Rovigo, racchiuso tra i fiumi Po ed Adige, solcato da una fittissima rete di canali, è l’espressione più gloriosa della preziosa opera di bonifica, un’attività millenaria necessaria per la conquista e la conservazione dell’ambiente, attuata con la sempre rinnovata sistemazione idraulica e la quotidiana, vigile regimazione delle acque per assicurare la coltivazione dei terreni e l’insediamento operoso delle popolazioni.

Da 54 anni, per una consuetudine ormai cara e consolidata, i Consorzi di Bonifica Polesani si ritrovano il 21 marzo, giorno in cui celebrano e festeggiano il loro Santo Patrono, San Benedetto da Norcia, dal quale traggono ancora ispirazione al loro operare quotidiano.

Nell’occasione gli uffici rimarranno chiusi tutto il giorno.

lunedì 20 marzo, 2017|Notizie
  • Permalink Gallery

    I LAVORI DEL CONSORZIO DI BONIFICA A MIRA: INCONTRO PUBBLICO

I LAVORI DEL CONSORZIO DI BONIFICA A MIRA: INCONTRO PUBBLICO

Giovedì 23 marzo presso il centro civico il presidente Cazzaro e il direttore Bendoricchio incontreranno la cittadinanza per illustrare i lavori del Consorzio

I lavori nella zona dell’Idrovia e al parco Giare saranno oggetto di un incontro pubblico promosso dal Consorzio di bonifica Acque Risorgive con i cittadini del comune di Mira.

L’invito è per giovedì 23 marzo, alle ore 20.30, presso il centro civico di piazza Vecchia, in via Porto Menai. Dopo il saluto dell’assessore ai lavori pubblici, Luciano Claut, prenderanno la parola il presidente Francesco Cazzaro e il direttore Carlo Bendoricchio che illustreranno funzioni e compiti del consorzio di bonifica, gli interventi di manutenzione eseguiti sul territorio comunale di Mira, con particolare rilievo ai lavori nella zona dell’idrovora e al parco Giare.

 

Enrico Scotton

Acque Risorgive

Piano delle acque a Gruaro: l’incontro venerdì

Venerdì 10 febbraio alle ore 11.00 presso la sala riunioni del Comune di Gruaro, si terrà la conferenza stampa di presentazione del Piano di Classifica del Consorzio di bonifica Veneto Orientale, dei Piani delle Acque e degli interventi idraulici programmati nel territorio.

I Piani sono considerati uno strumento strategico di fondamentale importanza, con i Comuni, assieme ai Consorzi di bonifica, pronti a impegnarsi ad adottare un’accurata pianificazione delle attività relative alla rete idrografica di propria competenza con azioni di riqualificazione ambientale, manutenzione e monitoraggio dei corpi idrici.

 

 

lunedì 6 febbraio, 2017|Notizie, Sicurezza idraulica
  • Permalink Gallery

    Siccità, necessario un protocollo per la gestione delle crisi idriche di Naviglio Brenta e Novissimo

Siccità, necessario un protocollo per la gestione delle crisi idriche di Naviglio Brenta e Novissimo

Si parlerà di siccità e crisi idriche nel corso di una conferenza stampa che si terrà giovedì 9 febbraio, alle ore 12.00, presso l’idrovora di Santa Margherita di Codevigo.

La carenza idrica che, nella stagione estiva, da un paio d’anni riguarda i corsi d’acqua a valle del nodo idraulico di Stra – Naviglio Brenta e Novissimo – provoca seri problemi per le aziende agricole dalla Riviera del Brenta al Piovese fino a Chioggia.

L’acqua è poca e contesa: ad oggi infatti non esiste alcun protocollo di gestione l’utilizzo dell’acqua nei momenti di siccità ai fini della navigazione, dell’irrigazione, della produzione di energia elettrica e per le valli da pesca.

Di fronte all’andamento climatico estremamente siccitoso di questo inverno la preoccupazione è ulteriormente cresciuta, pertanto il Consorzio di bonifica Bacchiglione ha ritenuto necessaria la convocazione di una riunione per porre le basi di un protocollo per gestire le crisi idriche dei corsi d’acqua Naviglio Brenta e Novissimo.

Insieme al presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione, Paolo Ferraresso, saranno presenti all’incontro l’assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan, i presidenti di Anbi Veneto e del Consorzio di bonifica Acque Risorgive e i rappresentanti delle associazioni di categoria Coldiretti, Confagricoltura e Cia di Padova e Venezia.

La conferenza stampa

L’esito della riunione sarà presentato alla stampa in una conferenza che si terrà alle ore 12.00 presso l’idrovora di Santa Margherita di Codevigo (via idrovora).

lunedì 6 febbraio, 2017|Ambiente, Irrigazione, Notizie
  • Permalink Gallery

    Terrevolute – Un progetto per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto

Terrevolute – Un progetto per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto

Padova, 20 dicembre. Terre “evolute”, perché frutto di un secolare processo di evoluzione e miglioramento produttivo, economico e sociale, e terre “volute”, perché fortemente desiderate, ritenute indispensabili per le esigenze di una popolazione in continua crescita. È dunque un gioco di parole il nome del progetto scientifico Terrevolute. Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto realizzato dal Laboratorio di storia orale del Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova sotto la responsabilità scientifica della prof.ssa Elisabetta Novello, con il cofinanziamento di Consorzio di bonifica Bacchiglione e Consorzio di bonifica Adige Euganeo e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, i cui risultati sono stati presentati oggi nel corso di un convegno a Palazzo Bo, sede centrale dell’Ateneo patavino.

  • Permalink Gallery

    Convegno: TERREVOLUTE Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto

Convegno: TERREVOLUTE Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto

Martedì 20 dicembre 2016

dalle 9.30 presso l’Archivio Antico di Palazzo Bo, a Padova

si terrà il convegno scientifico di presentazione dei risultati finali del progetto di ricerca:  

“TerrEvolute. Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale delle aree di bonifica del Veneto”.

 Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di ANBI Veneto, dei Consorzi di bonifica Bacchiglione e Adige Euganeo, della Fondazione Cariparo e del Laboratorio di storia orale (LabOr) del DiSSGeA.

Per l’occasione verrà presentato il Portale Terrevolute grazie al quale è possibile individuare e consultare documenti, immagini, cartografie, fonti orali e molte altre informazioni relative al territorio di bonifica.

Sarà inoltre proiettato il documentario “Terrevolute. Gli uomini della bonifica”, regia di Michele Angrisani, soggetto e ricerca storica di Elisabetta Novello.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

convegno-scentifico-terrevolute-20-12-2016

Il Consorzio di bonifica incontra i 98 Comuni di competenza

Prenderanno il via, oggi, lunedì 14 novembre gli incontri promossi dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta nei 98 Comuni di competenza. “Questo è il nostro stile – spiega il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise – fatto di dialogo, trasparenza ed efficienza, le priorità che ci siamo dati, ma anche gli obiettivi che abbiamo in gran parte raggiunto. Confrontarsi con le amministrazioni locali significa avere la consapevolezza delle esigenze del territorio e cercare, con i mezzi e gli strumenti a disposizione, di soddisfarle al meglio, per il bene dei cittadini e delle imprese”. Gli incontri saranno raggruppati in cinque aree di riferimento e si concluderanno il 17 novembre.

“Il Consorzio, ente preposto alla salvaguardia del territorio ed alla difesa del suolo – aggiunge il presidente Parise – si confronta periodicamente con gli interlocutori locali per raccogliere eventuali osservazioni e lavorare sempre meglio con e nei territori, al fine di rendere compartecipi le amministrazioni comunali nelle scelte di manutenzione effettuate. Siamo 20 consiglieri in un territorio di 98 Comuni, perciò il punto di vista, le criticità e le aspettative sollevate dagli amministratori sono fondamentali per lavorare bene”.

ANBI VENETO A WATEC ITALY 2016

Dal 21 al 23 settembre 2016 si terrà, al PALA EXPO di Venezia, Watec Italy 2016, mostra convegno internazionale che ha l’obiettivo di riunire i protagonisti del settore acqua – decision maker, aziende e ricercatori – al fine di favorire dibattito e business sulle principali novità tecnologiche legate all’acqua.

Visto il successo delle precedenti 15 edizioni realizzate in Israele, Perù e India, si è deciso di organizzarla per la prima volta in Europa, a Venezia, coinvolgendo soggetti esperti nel management del territorio come ANBI Veneto.

“Saremo presenti con un’area espositiva da 30 metri quadri – commenta il Presidente di ANBI Veneto Giuseppe Romano –  nel quale far emergere con le immagini e il materiale a nostra disposizione la qualità del nostro lavoro ad un pubblico internazionale. Ci sarà inoltre la possibilità di ampliare il nostro network di conoscenze grazie al B2B con visitatori provenienti principalmente da Australia, Cina India, Singapore, Guinea e Usa.”

Andrea Crestani, Direttore di Anbi Veneto, interverrà giovedì 22 settembre, dalle 11.30, alla sessione convegnistica “Water & Agriculture Sustainability in cui verrà presentata la realtà dei Consorzi di bonifica.

PROGRAMMA

  • Permalink Gallery

    ASSEMBLEA ANBI, A ROMA, MERCOLEDI’ 13 LUGLIO 2016: RISORSE IDRICHE AL CENTRO DI UN ARTICOLATO CONFRONTO AI MASSIMI LIVELLI

ASSEMBLEA ANBI, A ROMA, MERCOLEDI’ 13 LUGLIO 2016: RISORSE IDRICHE AL CENTRO DI UN ARTICOLATO CONFRONTO AI MASSIMI LIVELLI

Sarà la Sala Loggia dei Signori dell’

HOTEL SHERATON “PARCO DE’ MEDICI”, A ROMA

(in via  Rebecchini, 39)

ad ospitare

MERCOLEDI’ 13 LUGLIO CON INIZIO ALLE ORE 10.30

l’annuale

ASSEMBLEA ANBI

importante momento di confronto sullo stato delle risorse idriche del Paese e sulle loro prospettive di utilizzo per incrementare il valore della produzione agricola italiana; a parlarne saranno componenti del Governo, del Parlamento e delle Regioni, rappresentanti del mondo accademico e scientifico, esponenti delle Organizzazioni Professionali Agricole, della società civile, del mondo del lavoro, di quello ambientalista e consumeristico.

Il quadro generale, su cui si articolerà il dibattito (annunciati, fra gli altri: Maurizio Martina, Ministro alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Gian Luca Galletti, Ministro all’Ambiente), sarà quello occupazionale, all’interno del quale si innesteranno temi come l’innovazione tecnologica, il nuovo quadro e le prospettive europee, il valore della salvaguardia idrogeologica, lo sviluppo del Mezzogiorno, che finalmente dà rinnovati  segni di vitalità. A fare da imprescindibile cornice ad un “progetto per il Paese”, che sarà introdotto dal Presidente ANBI, Francesco Vincenzi, sarà la difesa della legalità.

I Consorzi di bonifica italiani ribadiranno quindi il ruolo di soggetto attivo per il rilancio economico del Paese, basato su un nuovo modello di sviluppo, che abbia al centro la valorizzazione del territorio, delle sue genti e delle sue attività.